Home » News

News

LA FESTA DEI MONDI AL PORTO ANTICO DI GENOVA

La nostra Associazione parteciperà alla manifestazione "LA FESTA DEI MONDI" che si terrà nell'area del Porto Antico di Genova dal 20 al 26 Marzo 2017. Le esibizioni dei nostri gruppi sono previste domenica 26 marzo alle ore 16. L'accesso è gratuito.

PROGRAMMA PROGRAMMA [1.772 Kb]

GYROKINESIS

Gyrokinesis

Da dove nasce e come funziona:

E’ un sistema di movimento che è stato ideato negli anni ’80 da Juliu Horvath, un ballerino ungherese trasferitosi negli Stati Uniti. Il metodo  agisce sul corpo intero attraversando sette direzioni di movimento naturale della colonna vertebrale: avanti, dietro, sinistra, destra, torsione a sinistra, torsione a destra e circolare, esattamente come avviene per tutte le altre articolazioni. Nasce dalla rielaborazione delle tecniche quali lo Yoga, il Tai Chi, la  ginnastica e la danza.
Attraverso i delicati movimenti ondulatori e ritmici che vengono proposti si agisce su muscoli e articolazioni.
Un sistema integrato di respirazione corrispondente ad ogni movimento, stimola gli organi interni del corpo. Le posizioni non vengono mantenute a lungo, ma sono armoniosamente collegate, richiamando più la danza che lo yoga. Nato per i ballerini prende molto dalle tecniche yoga unite però alle normali pratiche di allenamento di essi. Il ritmo e la fluidità sono le parole chiave di questa disciplina. La tridimensionalità del movimento è la vera innovazione. L’eseguire degli esercizi in spirale  ci aiuta a rinforzare la nostra schiena  a livello muscolare e al contempo ad allungarla tenendo ben separati i dischi tra loro, rafforzando così i muscoli dell’addome in modo profondo. Scopo di questo metodo è potere risvegliare, attraverso adeguati stimoli motori, tattili, visivi e propriocettivi, un sano funzionamento dei sensi , dell´apparato motorio, circolatorio linfatico e nervoso, nonché le funzioni dei differenti organi. Aprendo i canali energetici aumenta la gamma di movimenti possibili della nostra colonna vertebrale visualizzata come una scala a chiocciola.

Come si svolge la lezione:

La classe dura circa 60 minuti ed inizia con un auto-massaggio ed una semplice respirazione che risveglia il corpo per poi andare ad attivarlo attraverso movimenti che partono dalla zona pelvica. Seduti su degli sgabelli bassi si procede attraverso esercizi di flessione ,torsione e movimenti a spirale che vanno ad ampliare le possibilità di movimento della colonna ed espandendosi anche del ginocchio. La lezione continua sul pavimento ed in piedi dove gli esercizi, raggiungendo sequenze più complesse, mobilitano e stimolano  anche  la parte bassa del corpo comprese le estremità di piedi e mani. In piedi si lavora sull’equilibrio e la dinamica del movimento. La lezione termina con un momento di rilassamento e concentrazione mirato a favorire l’allineamento del nostro essere con il “qui ed ora”.

 

Curiosità:

E’ una disciplina amatissima dai vip, che non è sfuggita a Madonna, che la pratica per le sue capacità di stimolare e allungare anche quei muscoli che con i normali esercizi non vengono utilizzati.

NOTIZIARIO ANSA 20/09/2014

SCUOLE DI FLAMENCO IN ITALIA

Indirizzi e consigli

Sono tanti gli appassionati in Italia che ogni anno si avvicinano alla cultura flamenca, a quest’arte “sacra”, eppure così popolare per gli spagnoli: frequentano i corsi delle numerose scuole aperte nel nostro Paese, molte delle quali gestite da ballerine professioniste provenienti dall’Andalusia, ambiscono a seguire le lezioni dei maestri più autorevoli, che spesso organizzano stage e laboratori, e molti di loro studiano per potersi esibire in veri spettacoli. Sembrano facili i passi del flamenco eppure cimentarsi nel ballo è piuttosto complicato: si seguono e si imparano i movimenti, la gestualità delle mani e delle braccia; si segue la musica e il canto, ma è molto difficile sostenere quello sguardo intenso, carico di drammaticità e di orgoglio, che solo i puristi del flamenco hanno sul volto. Il flamenco, difatti, è uno stile di vita, un modo di appartenere a un popolo e per diventare un vero ballerino bisogna possedere il duende, il fuoco sacro del flamenco, che attraverso il corpo, lo sguardo, il battito delle mani e il canto esprime gioia e dolore, amore e gelosia, insomma, i sentimenti più profondi dell’essere umano. Per i tanti allievi che si cimentano nel ballo flamenco, dunque, è necessario avere innanzitutto molta passione per la musica, ma anche tenacia, costanza e soprattutto pazienza, perché nulla va lasciato all’improvvisazione. Durante le lezioni ci si avvicina alla musica di grandi miti come Paco de Lucía, il chitarrista gitano che ha saputo unire l’istinto a una tecnica perfetta; si studia anche la danza classica e quella moderna, emulando le grandi ballerine spagnole come Lucero Tena, che introdusse per la prima volta l’assolo con le nacchere, la sensuale Cristina Hoyos e l’istintiva Charo Cruz oppure sognando di ballare con Joaquín Cortés, il ballerino che attraverso lo spirito della pasión gitana, ha accostato il flamenco alla salsa, alla danza classica e a quella jazz. L’elenco delle scuole di flamenco in Italia è lunghissimo, ma queste sono le più prestigiose: a Roma si studia da ottobre a giugno alla scuola di Lisa Flores (www.flamencoflores.it), che è organizzata in quattro diverse sedi e propone anche lezioni private individuali; alla Maison De La Danse (www.maisondeladanse.it), per principianti e avanzati; all’Atelier di flamenco e teatro El Mirabràs di Clara Berna (www.elmirabras.it) presso La Casa internazionale delle Donne; al centro studi danza Tersicore (www.tersicore.it) a Lido di Ostia. Ottima è la scuola A.S.D Genova-flamenco, a Genova Pegli, gestita da Carmen Valverde (www.genovaflamenco.it), così come è rinomata la scuola di danza flamenca di Julia Garcia all’interno dell’Accademia di danza La Prima (www.accademiadidanzalaprima.com) a Napoli. A Milano le scuole più frequentate sono: Arcobaleno Danza (www.arcobalenodanza.it), Il Mosaico Arti Danze Culture (www.ilmosaicodanza.it) per adulti e bambini, e la scuola di danza di Mara Terzi (www.maraterzi.com).